22-02-2018 – TUTTO UN ALTRO MONDO (Concerto)

 “Tutto un altro mondo” che ha aperto la  “6ª Edizione del Festival della Fede”, curata dall’associazione culturale “La Piazza, incontri culturali”, dalla Comunità Pastorale “Santa Croce”, la collaborazione l’associazione “ACLI”  e   il patrocinio del  Comune di Garbagnate Milanese (MI).
Organizzazione e direzione artistica a cura del Maestro Salvatore Vincenzo Maniscalco.

Vi aspettiamo  Giovedì  22 febbraio 2018, presso il Teatro italia di Garbagnate Milanese,

*****

Più notizie, immagini e video alla pagina dedicata su questo sito: “Tutto un altro mondo” 

Tutto un altro mondo (Concerto)

Giovedì  22 febbraio 2018, presso il Teatro italia di Garbagnate Milanese, si è svolto in concerto “Tutto un altro mondo” che ha aperto la  “6ª Edizione del Festival della Fede”, curata dall’associazione culturale “La Piazza, incontri culturali”, dalla Comunità Pastorale “Santa Croce”, la collaborazione l’associazione “ACLI”  e   il patrocinio del  Comune di Garbagnate Milanese (MI). Organizzazione e direzione artistica a cura del Maestro Salvatore Vincenzo Maniscalco.

(da: RadioPanda 96.3)
“Lennon, Qeen, Grignani, Mannoia, Arisa, Bocelli e altri famosi esponenti del mondo musicale, interpretati magistralmente da artisti locali: è questa la formula vincente del Concerto di apertura del Festival della Fede che viene riproposta anche quest’anno, giovedì 22 febbraio alle 21.00,  presso il Cineteatro Italia in Via Varese 25, a Garbagnate Milanese.  Il Concerto traduce il Tema del Festival “ Tutto un altro mondo”, con brani selezionati con grande abilità e competenza  dal  Direttore  Artistico, Maestro Maniscalco, esaltando il messaggio di speranza, di attesa, di fiducia in un mondo migliore…” 

“…  Ogni periodo della storia dell’uomo ha la sua melodia, il suo genere musicale. Le melodie, le canzoni, le musiche, accompagnano i nostri momenti felici e, perché no, anche quelli meno felici…”  Con queste parole  il presentatore Marco De Nisi  introduce la serata e chiama sul palco Don Claudio Galimberti che fa una breve presentazione del concerto e del Festival della Fede arrivato alla sua sesta edizione.
Apre la serata l’artista Ginger Lauren, cantautrice, compositrice, piano player, accompagnata alle  tastiere dal maestro Dario Fasci che ci regalano due brani in una loro personale interpretazione:  Imagine di John Lennon  “simbolo di fratellanza e pace” 
 … e Pace, brano dell’artista Arisa: “pace per chi non parla e chi troppo dice così, che ogni momento sia felice… perché la vita sai va viva veloce.
”Federico Avallone è il secondo artista che anima questa serata-concerto che interpreta Liberi di sognare di Gianluca Grignani.
Cantante poliedrico che si è affacciato alla musica italiana dopo un passato hard rock che lo ha visto calcare numerosi palchi in Italia e all’estero.
La serata prosegue  con l’artista Eleonora Mosca, laureata in lingue e letteratura straniere con una tesi sulla musica e la poesia del periodo barocco inglese.
Ci presenta due brani: Somewhere over The Rainbow  tratto dal fil “Il mago di OZ” e  Ascolta l’infinito di Fiorella Mannonia.
Ritorna sul palco Federico Avallone che  insieme al maestro Dario Fasci interpreta Is this the World we create dei Queen.  Esecuzione live con il solo pianoforte e voce. Interpretazione originale e molto apprezzata dal pubblico presente.
Con Mad Word nella celebre versione di Gary Jules, Ginger Lauren termina la sua performance riscuotendo un grande e lungo applauso del pubblico.
Federico Avallone ritorna sul palco per presentare il suo singolo “Alla deriva”, uscito ufficialmente in continua rotazione radiofonica  in tutta Italia.
L’artista corona così il suo sogno di aver composto e cantato un brano che sta facendo il giro dell’etere.
Oltre che in italiano e latino, Eleonora Mosca canta abitualmente in inglese, tedesco, spagnolo e portoghese.
Con What a wonderful  termina la sua esibizione come solista cantante.
Al termine della sua esibizione, Marco De Nisi invita la cantante Eleonora Mosca a rimanere sul palco perché ora diventerà direttrice del coro “Vocal Ensemble Arese”
E’ attualmente l’unico coro del territorio che si dedica quasi esclusivamente al repertorio moderno, con particolare riferimento al Musical, Jazz, R&B, Melodico italiano.
In questo concerto lo vediamo impegnato nell’esecuzione dei brani: Alegria Cirque e Tomorrow, brano portante del film Annie.
Il maestro Dario Fasci, che ha accompagnato tutti i cantanti con le tastiere e il pianoforte digitale, esegue al pianoforte  il brano Yesterday, variazioni da concerto. Variazioni  composte  dal  maestro Maniscalco,  direttore artistico di questo spettacolo.
La serata prosegue con la soprano Isabella Mangiarratti. Nel corso degli anni si è esibita in diversi concerti in Italia e all’estero. Accompagnata dal pianoforte dal maestro Fasci, regala al pubblico presente il brano La vie en rose in una  personale interpretazione
Prosegue nella sua esibizione cantando Summertime, tipica ninna nanna scritta dal grande Gershwin.
Con il brano Il mare calmo della sera scritta da Zucchero Fornaciari e portata al successo da Andrea Bocelli, il soprano Isabella Mangiarratti conclude la sua performance ed il pubblico le regala un applauso lunghissimo.
Prima di terminare questa splendida e riuscita serata-concerto, il presentatore invita tutti gli artisti sul palco per eseguire l’ultimo brano tutti insieme: Domani, artisti riuniti per l’Abruzzo.
La serata giunge al termine e il presentatore chiama sul palco il Dott. Mario Marone, Presidente dell’associazione “La Piazza” , Don Claudio Galimberti, Christian Silva, autore dei video proiettati durante le esibizioni e il Direttore artistico della serata,maestro Maniscalco.  “… è stata una gioia poter organizzare questo concerto che mi ha permesso di conoscere molti artisti del nostro territorio che, oltre ad essere professionalmente bravi, sono veramente tutte delle  persone eccezionali:  hanno aderito con entusiasmo alla manifestazione a titolo gratuito sapendo che l’intento degli organizzatori era ed è “diffondere la cultura”.


La serata si conclude con le foto ricordo con gli artisti.
Il nostro applauso va a tutto il numeroso pubblico presente. 



In esecuzione:
Yesterday (Paul McCartney), variazioni da concerto scritte dal maestro Salvatore Vincenzo Maniscalco, eseguite live dal maestro Dario Fasci.

Cantiamo una storia…tutti insieme (Concerto vocale)

Domenica 4 febbraio 2018,  presso la Basilica SS. Eusebio e Maccabei di Garbagnate Milanese, in occasione della “Giornata della vita”,  l’associazione culturale “La Piazza”, la Comunità pastorale  “Santa Croce e l’associazione “ACLI”, hanno organizzato il concerto vocale affidato al Coro Polifonico La Piana di Verbania diretto dal Maestro Fausto Fenice.
La direzione artistica è stata affidata al Maestro Salvatore Vincenzo Maniscalco.Il  coro polifonico femminile La Piana di Verbania si costituisce nel 1985 con l’intento di studiare e presentare al pubblico un repertorio vocale che spazia tra i vari periodi della storia della musica ed il canto  popolare. Negli ultimi anni è stato dato  particolare rilievo al  repertorio corale di autori contemporanei con grande apprezzamento da parte del pubblico presente ai numerosi concerti, rassegne e stagioni concertistiche alle quali la formazione verbanese è stata invitata, sia in Italia che all’Estero.
(da: Il notiziario)
“Una domenica pomeriggio musicale nella Basilica SS. Eusebio e Maccabei con il concerto “Cantiamo una storia … tutti insieme”  del coro  polifonico femminile “La piana” di Verbania (VB). Con la direzione artistica del maestro Salvatore Vincenzo Maniscalco, l’evento è stato promosso dal gruppo culturale “La Piazza” in occasione della Giornata della Vita…”Le voci femminili dirette dal maestro Fausto Fenice hanno accompagnato il numeroso pubblico presente in Basilica in una vera e propria “Storia” musicale”.  Solo due parole per ringraziare il direttore Maestro FAUSTO FENICE e tutto il coro  per essersi resi disponibili accettando l’invito per la realizzazione di questo concerto vocale. “Cantiamo una storia … tutti insieme”  è stato un concerto che ha visto il pubblico divenire protagonista  nel momento in cui il Direttore del coro si è rivolto al pubblico invitandolo a cantare insieme al coro i brani inseriti nel foglietto di sala.