Concorso Musicale Sara Preatoni (1993-2012)

1993 – Nasce la “Prima edizione del concorso Musicale Sara Preatoni” dedicato alla memoria di Sara, mia alunna sin da quando aveva sei anni. Insieme alla famiglia Preatoni ho contribuito alla sua ideazione ed organizzazione rivestendo il ruolo di Presidente della Giuria e Direttore Artistico. Il Concorso è stato interamente finanziato dalla famiglia di Sara e dai diritti di Autore sulla vendita delle mie pubblicazioni. Ogni anno sono state assegnate borse di studio ai vincitori, premi a chi si è distinto e riconoscimenti a tutti gli iscritti, come ringraziamento per la loro partecipazione.
Lo scopo della manifestazione è stato quello di promuovere la cultura musicale mettendo in “sana competizione” i giovani che affrontavano lo studio musicale senza essere alunni interni di conservatori.
2012 – Il Concorso arriva alla sua ventesima edizione. Purtroppo per difficoltà burocratiche e per gli elevati costi termina la sua avventura.


Un po’ di storia …
1992 – Si parte: si fonda il Comitato, si stende lo Statuto, si pubblica la prima bozza del bando.  Da allora il concorso si svolge con regolarità annuale e con successione di scadenze ricorrenti.
Gennaio: stesura del bando – Febbraio: diffusione – 31 Marzo: chiusura delle iscrizioni.
Prima settimana di Maggio: c/o la sala del Cardellino di Garbagnate Milanese, presentazione del Concorso, consegna del programma d’obbligo e comunicazione della data di convocazione per le selezioni di Novembre.
Penultima settimana di Novembre: selezioni e serata finale c/o Teatro Italia di Garbagnate Milanese.
Nel 1992 eravamo pochi amici, e ciascuno faceva un po’ di tutto con grande entusiasmo e buona volontà. Col passare degli anni si sono aggiunti nuovi collaboratori, fans e sostenitori: il gruppo si è allargato e tutti hanno messo a disposizione la propria professionalità e il proprio tempo libero.

5 Novembre 1993 – Teatro Italia Garbagnate Milanese (MI)
Video tratto dall’archivio storico del Concorso Musicale “Sara Preatoni”


1993 – Prima Edizione del Concorso. Elisa Brambilla (pianoforte) vincitrice della sezione “promesse” insieme a tutti i vincitori del concorso a alla famiglia Preatoni.1993 . I vincitoriIl Concorso si è arricchito delle competenze di ognuno, oggi ciascuno riveste un ruolo “ufficiale”, quale scenografo, tecnico luci, tecnico suono, presentatore, accompagnatore, fotografo, ecc.


1994 Seconda Edizione del Concorso. Elena Rondanini (pianoforte) vincitrice della sezione promesse della seconda edizione del concorso esegue il brano che l’ha portata alla vittoria.
Come apertura della serata-concerto, la concertista Elena Catozzi esegue in prima Nazionale il brano  “Dolce Sara” del  Compositore M° Salvatore V. Maniscalco.

Un compito molto importante è quello affidato ai Maestri che compongono la giuria.
Nessun gettone di presenza è dato loro, nonostante l’impegno e la disponibilità richiesta siano veramente notevoli. Sotto la direzione del Presidente della giuria, M° Maniscalco, hanno il compito di visionare le schede d’iscrizione, inserire i concorrenti nelle varie categorie, ricercare e assegnare i brani obbligatori.
La settimana più impegnativa arriva a Novembre, quando i maestri per diversi pomeriggi sono impegnati nell’ascolto dei brani proposti dai concorrenti che, di anno in anno, sono sempre più numerosi.


1995 Terza Edizione del Concorso. Luca Giorgetti (chitarra), vincitore della sezione “Promesse”  insieme a tutti i vincitori del concorso, alla famiglia Preatoni, al direttore artistico M° Maniscalco e al M° Paolo Francesco Ciaccheri.1996 Quarta Edizione del Concorso. Il Vincitore categoria “promesse” Matteo LA Tassa (pianoforte), insieme al Presidente del comitato del concorso, Dott.ssa Claudia Maverna Preatoni, al direttore artistico e presidente della giuria, M° Salvatore V. Maniscalco e ai presentatori, Roberta Zappettini e Fabio Patelli.1996.01 Concorso Sara1997 Quinta edizione del Concorso. La vincitrice della categoria “promesse” Silvia Rebuzzini (pianoforte) viene premiata dal Dott. Ennio Preatoni famoso olimpionico e papà di Sara.1997.01 Concorso Sara1998 Sesta edizione del Concorso. La vincitrice della categoria “promesse” Veronica Consonni (pianoforte) durante l’esecuzione del brano che l’ha portata alla vittoria.1998.01 Concorso Sara1999 Settima edizione del Concorso. La vincitrice della categoria “promesse”  Chiara Imbriani (arpa),  esegue il brano che l’ha portata alla vittoria.1999.01 Concorso Sara2000 Ottava edizione del Concorso. La vincitrice della categoria “promesse”  Valeria Garattini (pianoforte), impegnata nell’esecuzione del brano che l’ha portata alla vittoria.2000.01 Concorso Sara

2001 Nona edizione del Concorso. Natalia Brandani (pianoforte), vincitrice della sezione “Promesse” insieme al vincitore della sezione “Giovani” e al vincitore della sezione  “esordienti”.I concorrenti aumentano ogni anno sempre di più… il concorso viene seguito da molte scuole italiane che mandano i loro alunni più promettenti. Ecco tutto il gruppo del 2001.2001.01 Concorso Sara2002 Decima Edizione del Concorso. Il  Vincitore della categoria “promesse” Marco dell’Acqua (violoncello),  con il suo violoncello conquista la giuria e pubblico che regala lunghi e calorosi applausi.2002.01 Concorso Sara2003 Undicesima Edizione del Concorso. Il  Vincitore della categoria “promesse” Francesco Spadoni (pianoforte),  esecuzione del brano che lo ha portato alla vittoria.2003.01 Concorso Sara2004 Dodicesima Edizione del Concorso. Il vincitore della categoria “promesse”, Dario Fasci (pianoforte), insieme al gruppo delle promesse e alla “colonne” del Concorso.2004.01 Concorso Sara2005 Tredicesima Edizione del Concorso. Con Giacomo Brenna (violoncello), vincitore della categoria “promesse” che proviene dalla vicina Svizzera, il concorso diventa “Internazionale”2005.01 Concorso Sara2006 Quattordicesima Edizione del Concorso. Anche Michela Brenna (pianoforte), Vincitrice della categoria “promesse” arriva dalla vicina Svizzera. In questa foto è insieme al gruppo delle promesse.2006.01 Concorso SaraOggi numerose Associazioni ed Enti del territorio, riconoscendo il valore della nostra iniziativa, hanno per noi parole di condivisione e sostegno.
Cosa rende “unico” questo concorso?
– L’iscrizione al concorso avviene compilando una scheda che riporta il curriculum di studio: i ragazzi vengono inseriti nelle diverse categorie in base alla loro preparazione. Le categorie sono: Esordienti piccoli (con un limite di età) – Esordienti – Giovani – Promesse.
– I concorrenti possono partecipare con qualsiasi strumento.
– Il genere musicale scelto è “libero” … libero di volare tra musica classica, jazz e leggera.
– L’iscrizione è completamente gratuita.
– Tutti i partecipanti vengono premiati.
Per iscriversi non occorre alcuna procedura particolare, basta far pervenire una raccomandata o un fax alla segreteria del Concorso…


2007 Quindicesima Edizione del Concorso.  Il gruppo delle promesse insieme al vincitore assoluto Roberto Arnoldi (violino), che mostra al pubblico l’acquaforte realizzata dal M° Ciaccheri .2007.01 Concorso Sara2008 Sedicesima Edizione del Concorso.  Claudia Maverna, Ennio Preatoni, l’orafo  Giovanni Borroni, autore della spilla “Dolce” realizzata in oro,  il M° Maniscalco Insieme al gruppo delle promesse e alla vincitrice assoluta  Francesca Criscuolo (pianoforte).2008.01 Concorso Sara2009 Diciassettesima Edizione del Concorso.  Il  Vincitore della categoria “promesse” Stefano Borghi (clarinetto), durante l’esecuzione del brano che lo ha portato alla vittoria.2009.01 Concorso Sara2010 Diciottesima Edizione del Concorso. La vincitrice della categoria “promesse”  Viola Brambilla (flauto), incanta tutta la platea del Teatro Italia con l’esecuzione del brano che l’ha portata alla vittoria.2010.01 Concorso Sara2011 Diciannovesima Edizione del Concorso. La vincitrice della categoria “promesse”  Sofia Bellettini (violoncello), durante l’esecuzione del brano che l’ha portata alla vittoria.2011.01 Concorso Sara2012 Ventesima Edizione del Concorso.  Il  Vincitore della categoria “promesse” Lorenzo Avalle (clarinetto),durante l’esecuzione del brano che lo ha portato alla vittoria.2012.02 Concorso SaraIl Concorso ogni anno si è sempre concluso  con una serata spettacolo presso il Teatro Italia di Garbagnate Milanese. I finalisti prima delle premiazioni, si esibivano davanti ad una sala gremita da circa 500  spettatori e insieme agli artisti ospiti, regalavano indimenticabili emozioni…


“Dolce”, la mascotte del Concorso, nasce dalla fantasia di Sara che si divertiva a disegnarlo sui libri di scuola e sui libri di musica. Ogni anno per 20 anni ad ogni partecipante è stata regalata durante serata-spettacolo la spilla con il logo del Concorso.
In ogni edizione  “Dolce” si vestiva di nuovi colori…Roberta Giove, un’altra mia alunna di pianoforte, ha animato “Dolce” creando alcuni “fumetti” che io ho inserito in molte mie pubblicazioni .


In esecuzione: 
Dolce Sara (S.V. Maniscalco), brano eseguito live dall’Autore.